Scuola-sport: Il progetto

Il progetto scuola-sport ha lo scopo di consentire agli studenti sportivi agonisti di raggiungere i
migliori obiettivi scolastici e sportivi durante i cinque anni del corso di studi.
Di conseguenza dovranno pervenire all’Istituto

  1. Certificazione di appartenza alla società sportiva
  2. Certificazione del livello dell’atleta (livello Regionale/Nazionale/Internazionale)
  3. Scheda dì definizione obiettivi di performance studente atleta
  4. Il calendario ipotetico degli allenamenti settimanali con ore settimanali di allenamento
  5. Il calendario gare e trasferte per i periodi dei ritiri o altri impegni connessi
  6. Accettazione del patto Codice Etico e comportamento sportivo redatto dal CONI
  7. Sulla base delle certificazioni esterne, la Commissione Scuola-Sport, presieduta dal prof. Federico
    Zazzeroni (sede di Predazzo) XXXXXX (sede di Cavalese) e formata da insegnanti che
    rappresentano i diversi ambiti disciplinari, redige l’elenco ufficiale degli studenti iscritti al progetto.
    Essi sono distinti nel livello”MOLTO IMPEGNATI” (es. sci alpino, sci nordico) e “MENO
    IMPEGNATI” (p. es. calcio, pallavolo). L’obiettivo primario della Commissione Scuola-Sport è di
    sensibilizzare da una parte i docenti nei riguardi del mondo sportivo e dall’altra gli atleti a dialogare
    costantemente e apertamente con gli insegnanti, così da creare un clima costruttivo, indispensabile
    alla buona riuscita dello studente sportivo.
    Il progetto attiva le seguenti strategie:
  8. Di norma, il lunedì non vi siano prove scritte o orali per tutti gli studenti
  9. Sportelli (anche individuali)
    Nel caso in cui lo studente atleta, a causa d’impegni sportivi e conseguenti assenze, non
    abbia potuto seguire adeguatamente il programma in una o più materie, può chiedere il
    sostegno mediante uno sportello, anche individuale, in cui il docente ripassi quelle unità
    didattiche che consentiranno allo studente di riprendere proficuamente il percorso didattico
    assieme alla classe;
  10. Il Consiglio di classe, attraverso il docente coordinatore monitora costantemente la
    preparazione curricolare, onde consentire allo studente sportivo di pervenire anche a risultati
    di eccellenza;
  11. Allo studente sportivo è consentita la possibilità, concordando con il docente, di anticipare
    le verifiche scritte e orali, in base agli impegni sportivi;
  12. Nel caso in cui lo studente sportivo sia in ritardo nella preparazione di una verifica scritta o
    anche per motivi di assenze nel periodo che la precede, può chiedere di spostarla in altra
    data così da recuperare la preparazione;
  13. Il Consiglio di classe deroga nel caso di superamento delle ore di assenza per la validazione
    dell’anno scolastico, nel caso tali assenze siano motivate da impegni agonistici.
  14. Alla fine dell’anno scolastico lo studente sportivo dovrà aver dimostrato la stessa
    preparazione dei compagni e sarà stato valutato alla pari.
  15. E’ consentita una maggiore flessibilità sia nell’affrontare la periodizzazione delle verifiche
    che nel programma didattico per quanto riguarda la possibilità di recupero dei contenuti.

2

  1. Viene data la massima importanza al dialogo scuola, studente sportivo, famiglia,
    società sportiva, tutti determinanti per il successo del soggetto attorno al quale il progetto è
    costruito.
  2. Attivazione di un PDP (piano didattico personalizzato) solo per alunni/e rappresentanti delle
    squadre nazionali assolute e/o delle relative categorie giovanili o facenti parti di realtà di
    natura professionistica (solo per classi 4° o 5°)